Acetosa

Nome

Rumex acetosa

Descrizione

L’acetosa, o erba brusca, è un pianta erbacea molto comune  appartenente alla famiglia delle Poligonacee, conosciuta e apprezzata in cucina sin dai tempi antichi per il sapore acidulo.

Può raggiungere l’altezza di un metro e quando fiorisce di solito svetta sulle altre erbe del prato, macchiandolo di rossastro. Il singoli fiori sono piccolissimi, ma le infiorescenze sono vistose e ben riconoscibili nel prato. Anche i frutti sono piccoli e rossastri. Le foglie hanno una forma a “freccia” con due lobi posteriori a punta, quelle basali con un lungo picciolo  mentre quelle cauline (sullo stelo) abbraccianti il fusto .

Nonostante sia commestibile bisogna ricordare che l’acetosa contiene acido ossalico e può favorire la formazione di calcoli.

Nel parco sono presenti anche altre specie del genere Rumex, con cui l’acetosa si potrebbe confondere: Rumex obtusifolius, con la parte basale delle foglie arrotondata e non a punta e Rumex crispus, dalle foglie lunghe e strette e frutti con un rigonfiamento rossastro al centro.

Habitat

Prati

Foglia

La foglia sono lanceolate e con la base che si separa in 2 lobi a punta. Quelle che spuntano dal terreno hanno un lungo picciolo, quelle cauline (sul fusto) non hanno picciolo , ma "abbracciano" lo stelo della pianta.

Fiori

I fiori sono raccolti in infiorescenze ramose erette, molto appariscenti. I fiori femminili e quelli maschili sono su piante diverse.

Frutti

Il frutto è un achenio, ricoperto dai tepali rossastri del fiore.

Curiosità

L'acetosa un tempo veniva utilizzata per smacchiare il lino da macchie di inchiostro.

Si trova...

Sui sentieri che costeggiano i prati

Autore

Paola Casale