Scoiattolo

Nome

Sciurus vulgaris

Descrizione

Lo scoiattolo comune, o scoiattolo rosso, è un mammifero appartenente alla fauna europea. Si distingue dagli altri scoiattoli, importati di recente dall’Asia e dall’America nel nostro paese, per la presenza, soprattutto in inverno, di vistosi ciuffi auricolari e la mancanza di striature bianche sul dorso o sulla coda. L’importazione di queste specie alloctone mette a rischio la sopravvivenza dello scoiattolo rosso nelle nostre pianure, dove piano piano sta venendo soppiantato dallo scoiattolo grigio americano.

E’ comune soprattutto in montagna, dove trova il suo habitat preferito, i boschi di conifere, ma è presente anche nel parco, dove si nutre soprattutto di castagne e nocciole.

Costruisce un grande nido rotondo, fatto di rametti, sui pini silvestri, ma può anche utilizzare cavità di alberi.

Habitat

Boschi di conifere e misti.

Alimentazione

Si nutre soprattutto di semi, quali nocciole, pinoli, noci, faggiole e castagne. Quando mancano i semi si nutre dei fiori degli alberi, di linfa e può anche predare nidi di uccello.

Riproduzione

L'accoppiamento avviene in gennaio, quando gruppetti di maschi inseguono la femmina fino a che uno di essi riesce a raggiungerla. I piccoli nascono a marzo. Può esserci una seconda nidiata.

Curiosità

Tutti pensano che lo scoiattolo sia ghiotto di ghiande. In realtà lo scoiattolo europeo non le mangia, mentre è ghiotto di nocciole e castagne.

Autore

Paola Casale