Chi siamo – Parco del Medio Olona

Il “Medio Olona” è un Parco Locale di Interesse Sovracomunale (abbr. PLIS), forma di tutela del territorio prevista da Regione Lombardia all’articolo 34 della L. r. 86/1983.

È stato istituito nell’anno 2006 tra i sei Comuni di Fagnano Olona, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Marnate, Olgiate Olona e Solbiate Olona allo scopo di tutelare le risorse naturali, paesistiche e storico-culturali del tratto centrale della Valle del Fiume Olona, vera e propria “spina dorsale” del Parco, attraversato da nord a sud per circa 8 km dal corso d’acqua.

Il territorio del PLIS si estende nella porzione sud-orientale della Provincia di Varese, in prossimità di quelle di Como e di Milano, su una superficie di circa 617 ettari, la cui stragrande maggioranza (circa l’80%) cade nei territori di Fagnano Olona e Gorla Maggiore.

Il PLIS si segnala per il pregio naturalistico delle aree circostanti il medio tratto dell’Olona, oltre che per l’essere stato terreno di sviluppo della componente umana storica lombarda, testimoniata dai reperti del periodo medievale del Contado del Seprio e dalla più recente archeologia industriale del XIX e del XX secolo.

Dal 1 gennaio 2020 il PLIS del Medio Olona è gestito dal Parco regionale della Pineta di Appiano Gentile e Tradate, Ente di riferimento dell’Ambito Territoriale Ecosistemico “Insubria-Olona”, in attuazione alla Legge regionale 17 novembre 2016, n. 28  “Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette e delle altre forme di tutela presenti sul territorio”. In base alla normativa regionale (art. 5 comma 3 L. r. 28/2016) e alla Convenzione stipulata tra l’Ente Parco regionale e i sei Comuni, il Parco Pineta ha assunto il ruolo di Ente Gestore del PLIS e il Comune di Fagnano Olona il ruolo di Capo Convenzione.

 

Lo spazio del PLIS

Il territorio del parco è collocato nella zona meridionale della provincia di Varese, al raccordo tra l’alta pianura terrazzata lombarda e la fascia pedemontana delle colline del Varesotto. Le quote altimetriche sono comprese tra 270 e 220 m s.l.m., decrescenti verso sud.

Il più importante elemento morfologico del territorio è rappresentato dal Fiume Olona, che scorre al centro del PLIS in direzione Nord-Sud. Dopo due anse nel territorio di Fagnano, il corso d’acqua assume andamento piuttosto rettilineo nel settore centro meridionale del parco.

Il sistema di terrazzi fluvioglaciali sul versante orientale della Valle Olona è molto articolato, con piane più ampie di quelle del versante occidentale. La ex-cava Pigni, a Fagnano Olona, rappresenta il perfetto esempio di osservazione e studio della composizione litologica della Valle: materiali grossolani (ghiaie e ciottoli parzialmente cementati) e materiali più fini (sabbie e argille) che testimoniano l’alternanza di fenomeni di glaciazione e di attività fluviale succedutisi nel corso del tempo.

Il bacino idrografico del fiume Olona, le cui sorgenti principali si trovano alla Rasa di Velate (località Sacro Monte di Varese) e il cui tracciato raggiunge il Naviglio Grande di Milano, attraversa quattro province e riceve l’acqua di diciannove affluenti posti tra i due grandi sistemi fluvioglaciali del Ticino e dell’Adda. All’interno del PLIS, il Fiume Olona rappresenta il confine comunale orientale di Fagnano, Solbiate e Olgiate e quello occidentale di Gorla Maggiore, Gorla Minore e Marnate. Il tracciato attuale risulta in molti punti modificato e rettificato, non più coincidente con l’originario tracciato riportato sulle mappe catastali.

Al limite Nord-occidentale del PLIS, sul territorio comunale di Fagnano Olona, scorre anche una porzione del Torrente Tenore.

Il paesaggio è infine delineato da boschi, campi coltivati, distese prative, boschetti di pioppi, siepi alberate e brughiera; sono presenti anche i resti delle antiche fabbriche sulle rive del fiume e di alcuni mulini ad acqua che ricordano il passato lavorativo di questi luoghi.

 

Il logo

Il simbolo identificativo del PLIS è stato scelto attraverso un concorso nelle scuole del territorio, così come già sperimentato dai vicini PLIS RTO e Bosco del Rugareto.

Gli elementi fondamentali del logo del Parco del Medio Olona sono tre:

  • la civetta, uno degli abitanti più caratteristici dei boschi del Parco (anche se presente non in numero considerevole), la sua posizione e lo sguardo attento e vigile;
  • il fiume, lungo il cui corso di snoda il Parco;
  • la foglia, che diventa una barca e galleggia sul fiume Olona.

Il messaggio che si vuole trasmettere è il seguente: la civetta gioca con una foglia di un albero del Parco, la quale a sua volta galleggia sul fiume Olona. La civetta non è più solo una spettatrice, ma entra nello spirito del Parco: lo vive.

Giornalino-Storia-del-logo-Parco-Medio-Olona-2006

 

Finalità del Parco locale

Il Parco nasce come corridoio ecologico naturale: il corso d’acqua, le sponde antropizzate e non, le rive non sempre boscate sono un elemento utile agli spostamenti della fauna, agli scambi genetici e a fornire una risposta naturale al problema generale legato alla frammentazione degli habitat.

Di conseguenza, gli obiettivi prioritari del PLIS del Medio Olona sono:

  • la tutela della biodiversità, garantendo un collegamento tra zone ad un maggior grado di naturalità e, in tal modo, la funzionalità ecologica delle stesse;
  • la conservazione del patrimonio naturale;
  • l’integrazione tra la fruizione sociale del territorio del Parco e la protezione dell’ambiente naturale;
  • il mantenimento della funzionalità ecologica d’insieme del tessuto territoriale agricolo-boschivo ancora esistente.