Mappa e consigli Parco Pineta

Camminare lentamente e con attenzione nel Parco permette di gustare al meglio le risorse naturali che il territorio offre gratuitamente.  I sentieri indicati dai segnavia sono solo alcuni di quelli presenti; il Parco ha scelto di evidenziare solo i principali, nella convinzione che non sia opportuna, per la migliore conservazione dell‛ambiente, una mobilità eccessivamente diffusa nel territorio… un invito ai visitatori a rispettare l‛ecosistema senza dimenticarsi che i boschi ed i terreni agricoli del Parco sono al 98% privati.

I sentieri tracciati nel Parco rientrano nella classificazione del CAI sotto tre tipologie:

Sentiero turistico (T) Itinerario di ambito locale su carrarecce, o tracciati evidenti. Si sviluppa nelle immediate vicinanze di paesi, e riveste particolare interesse per passeggiate facili di tipo culturale, turistico o ricreativo.

Sentiero escursionistico (E) Tracciato privo di difficoltà tecniche che corrisponde in gran parte a percorsi realizzati per scopi agro-silvo-pastorali o di collegamento. È il tipo di sentiero maggiormente presente sul territorio.

Sentiero tematico (T oppure E)
È un itinerario a tema specifico prevalente (naturalistico, geologico, storico, religioso) di chiaro scopo didattico formativo. Usualmente attrezzato con apposita tabellatura e punti predisposti per l’osservazione è adatto anche all’escursionista inesperto e si sviluppa in aree limitate e ben funzionali.

Alcuni consigli per passeggiare in sicurezza:

  • E’ sempre preferibile non andare nel bosco da soli; se questo non è possibile, informate qualcuno (familiari, amici, etc.) circa la zona dove avete intenzione di recarvi.
  • Ricordate che in molte zone del Parco i telefoni cellulari non sono raggiungibili.
  • Il territorio del Parco è in gran parte argilloso ed accidentato, è bene quindi prestare particolare attenzione al sentiero che si percorre, in particolar modo in caso di piogge o terreno umido.
  • Indossate sempre calzature adeguate (evitate le scarpe da ginnastica), ricordate che gli scarponi sono più sicuri degli stivali di gomma.
  • Se venite nei boschi del Parco per la prima volta, ricordate mentre procedete di annotare mentalmente punti di riferimento o altri particolari utili al riconoscimento della via, smarrirsi, soprattutto in caso di scarsa visibilità, è meno difficile di quanto si possa immaginare.
  • Lasciate le vostre auto nei parcheggi indicati, eviterete così di recare danno ai boschi e di innescare situazioni di potenziale pericolo per gli automobilisti in transito.

 

Cartina Parco Pineta