Salamandra pezzata

Nome

Salamandra salamandra

Descrizione

La salamandra è l’anfibio urodelo (anfibio con la coda) più facile da vedere, soprattutto nel bosco dopo un giorno di pioggia, ma anche vicino alle case nei paesi più piccoli del parco.  Attiva soprattutto di notte, è una vorace predatrice di invertebrati sia da adulta che allo stadio di larva.

Lunga da 15 a 30 cm, il suo aspetto, nero a macchie gialle, è inconfondibile.

Habitat

Boschi di latifoglie

Alimentazione

Invertebrati, con una preferenza per i coleotteri, i ditteri (mosche e zanzare) e le formiche. E' comunque opportunista e si ciba in relazione alla disponibilità alimentare.

Riproduzione

Depone larve in acque correnti e pulite. Le larve sono scure, con branchie evidenti e con una piccola macchia chiara alla base di ogni zampa. Si possono osservare facilmente lungo il sentiero delle rane.

Curiosità

La credenza medioevale che la salamandra abbia origine dal fuoco, è dovuta al fatto che questi animali trovano rifugio all'interno di ceppi marcescenti. Quando questa legna, raccolta nel bosco, veniva gettata nel camino, la povera salamandra ne usciva per scampare alle fiamme.